8 attività che possono essere delegate ad un’ Assistente Virtuale

Posted on

Attività da delegareSono le attività più comuni e che richiedono più tempo

E’ assodato che imprenditori, liberi professionisti, titolari di piccole aziende tendono a gestire il proprio business adottando la filosofia del “fai da te”, perché ritengono sia il metodo migliore per risparmiare sui costi. Non credo sia esattamente così. Ovviamente, questo può sembrare un commento molto poco obbiettivo da parte mia ma, leggendo qua e là nel web, ho trovato articoli e interviste di persone che, coraggiosamente, hanno iniziato a delegare determinate attività e scoperto che, in realtà, è questa la strada giusta per avere un risparmio.
Ho scritto “coraggiosamente” perché siamo in Italia e chiunque sia disposto a cambiare il proprio metodo di lavoro ha sicuramente coraggio da vendere!

Dunque, per quale ragione pagare una AV è economicamente più vantaggioso che non farlo?

L’obbiettivo principale di chi ha un proprio business è quello di farlo crescere, svilupparlo affinché produca fatturato, introiti e, perché no?, lavoro per gli altri (imprenditore=chi esercita un lavoro, un’attività produttiva o commerciale, assumendone i rischi e i profitti. Chi gestisce un’azienda. Fonte: Grande Dizionario della Lingua Italiana Gabrielli Ed. Hoepli) e per poter fare ciò sono necessari tempo, attenzione e dedizione. Rispondere alle email, pubblicare giornalmente sui Social Media, organizzare riunioni e viaggi di lavoro sono attività che contribuiscono al business, devono certamente essere seguite ed eseguite ma, di per sé, non sono il fulcro del lavoro: se un imprenditore dedica il proprio tempo a queste mansioni che occupano senza dubbio buona parte della giornata, non può focalizzarsi sulla propria missione principale.

Quindi quali sono queste attività (sorprendentemente) delegabili?

1. Gestire le email. Tenere sotto controllo la casella di posta, leggere e rispondere alle email occupa ca. il 35% del tempo di lavoro (Fonte: statistica McKinsey)
2. Tenere aggiornati calendari/agende.
3. Creare/gestire/aggiornare le pagine dei profili Social (Twitter, Linkedin, Facebook). Se si hanno pagine aziendali e, al giorno d’oggi, sono praticamente d’obbligo, bisogna anche tenerle in costante aggiornamento, pubblicando foto, post, novità. La comunicazione deve essere quotidiana e ciò che si va a scrivere deve essere ponderato bene prima,  perché le parole hanno un enorme potere nel bene e nel male.
4. Organizzare riunioni/eventi. Mandare gli inviti, sollecitare le risposte, preparare documentazione/ presentazioni, eventualmente organizzare gli incontri via webinar, inviare i verbali di riunione.
5. Pianificare viaggi di lavoro/visite a clienti o fornitori. Prenotare voli, treni, hotel, noleggiare vetture, fissare gli incontri.
6. Customer service. Dare informazioni su prodotti/servizi ai potenziali clienti nuovi, gestire eventuali problematiche o richieste di clienti esistenti.
7. Newsletter. Scriverne il testo, impostare la campagna di invio
8. Materiali pubblicitari. Creare biglietti da visita, brochure, dépliant, oggettistica promozionale.

Queste sono solo le mansioni più comuni che possono essere gestite da una AV, sono incombenze proprie di qualsiasi ufficio, ma ogni attività imprenditoriale è a sé, ha le proprie necessità e specificità, in base al tipo di prodotto/servizio trattati, che generano altri incarichi che possono essere delegati.
Se solo per le email si impegna il 35% di una giornata di lavoro, il rimanente 65% sarà sufficiente per gestire gli altri compiti della lista e concepire/pianificare le strategie di sviluppo di un business? Non si corre il rischio di rimetterci quel tempo in genere riservato alla vita privata?
Vuoi vedere che hanno ragione quelli che dicono che a lavorare con una AV si ha tutto da guadagnare?!

Susanna

Susanna

Assistente Virtuale at Active & Virtual
Dopo una pluriennale esperienza come Executive/Personal Assistant e un licenziamento ho deciso che era arrivato il momento dei grandi cambiamenti: sono diventata Assistente Virtuale, una professione che ho creato su misura per me.
Susanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top