Chi è l’Assistente Virtuale e cosa fa?

Posted on

punto interrogativoCHI E’ L’ASSISTENTE VIRTUALE? IN CHE COSA CONSISTE IL SUO LAVORO?

E’ la domanda che, nella maggior parte dei casi, mi viene rivolta quando dico il lavoro che faccio. E, ovviamente, io parto con la mia spiegazione per cercare di far capire, nel modo più semplice e basico possibile, in che cosa consiste la mia attività.

Non è una cosa facile: passi, se la persona che hai davanti conosce e utilizza internet, il web, i social network ecc, ma se devi spiegarlo a qualcuno che è completamente a digiuno di tutto ciò….l’impresa è ardua. Garantito.

Nel 90% dei casi, li lascio con una grande punto interrogativo sulla faccia, ne sono consapevole. Il restante 10% non capisce allo stesso modo, ma, molto velocemente, riesce a nasconderlo dietro un “wow, in bocca al lupo”.

Gli anglofoni, capiscuola assoluti di questa professione, insegnano che, per spiegare al meglio la propria attività, una Assistente Virtuale deve prepararsi un “Elevator speech”, letteralmente “discorso dell’ascensore” , vale a dire che la presentazione ideale è quella che ha la durata di un viaggio in ascensore, quindi sintetica e chiara. Per quanto io riconosca la totale competenza degli anglofoni in materia di Assistenza Virtuale, va detto che i grattacieli italiani non sono quelli americani o australiani o inglesi. Mi spiego meglio: l’Empire State Building ha 102 piani, il Pirellone ne ha 31…capite bene che ciò comporta una grossa differenza nella preparazione di un  “Elevator Speech”!

Per ovviare all’inconveniente di grattacieli troppo poco elevati, approfitto di questo blog per dipanare la nebbia che ancora circonda, qui in Italia, questa professione.

Che cosa fa esattamente un’ Assistente Virtuale ?

Sarebbe molto più veloce cominciare col dire che cosa NON FA: non serve i caffè, non fa le fotocopie, non sistema le sale riunioni dopo i meeting, non mette in ordine l’ufficio del capo, non riceve gli ospiti, non fa l’archivio… a parte ciò, tutto il resto può essere fatto da una Assistente Virtuale.

In ogni realtà imprenditoriale (piccola/media/individuale) esistono delle attività (quotidiane o settimanali), che devono essere seguite ed eseguite, e richiedono tempo e attenzione. Una Assistente Virtuale può intervenire a supporto di imprenditori/liberi professionisti/titolari di queste realtà che, per diverse ragioni, sono costretti ad occuparsi di questi còmpiti ma vorrebbero demandarli volentieri, per poter focalizzare la propria attenzione su quello che è il fulcro del loro lavoro, ovvero sviluppare il business.

L’offerta di servizi di assistenza virtuale va ben oltre un semplice elenco: un’Assistente Virtuale può farsi carico di un corollario di attività che, anche se descritte in maniera molto sommaria (gestione delle email, della corrispondenza), chi lavora in un ufficio, sa perfettamente cosa comporta il NON seguirle quotidianamente. C’è il rischio di perdersi “nella mischia” di tanti, troppi lavori che si accumulano se non vengono svolti per tempo e, per quella che è la mia esperienza nell’ assistere Amministratori Delegati, Direttori Generali, managers, in generale, posso dire che le responsabilità legate al loro incarico sono notevoli e bastano già a riempire le loro giornate lavorative: l’essere costretti a seguire ulteriori  còmpiti significa correre quel rischio o rinunciare a parte della propria vita privata.

Ne vale la pena sapendo che c’è la possibilità di evitarlo ?

Susanna

 

 

 

 

 

 

Susanna

Susanna

Assistente Virtuale at Active & Virtual
Dopo una pluriennale esperienza come Executive/Personal Assistant e un licenziamento ho deciso che era arrivato il momento dei grandi cambiamenti: sono diventata Assistente Virtuale, una professione che ho creato su misura per me.
Susanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top