Delegare: quasi un’arte!

Posted on

delegareDelegare non è una prerogativa di tutti

Il saper delegare secondo me è a tutti gli effetti una qualità, un talento, una capacità. Tutti possono delegare ovviamente, ma pochi sanno cosa significa veramente e lo fanno bene.
Delegare significa incaricare un’altra persona di portare avanti delle attività per proprio conto. E fin qui nulla di complicato. Più difficile, però, è accettare che la persona incaricata le gestirà con una logica e un criterio molto probabilmente diversi da quelli di chi ha affidato il compito.

Saper delegare vuol dire consegnare le proprie attività nelle mani di un’altra persona, in modo da potersi dedicare ad altri aspetti più importanti del proprio business, come la crescita e lo sviluppo. Saper delegare significa non interferire con il metodo di svolgimento delle attività, non criticarne l’esecuzione, ma attendere che l’incarico sia portato a termine.

In Italia è ancora piuttosto diffusa la “sindrome del faccio tutto io” (alcuni la chiamano anche “sindrome da onnipotenza”), ovvero la tendenza a strafare, a concentrare tutte le attività di lavoro su di sé, a fare mille cose contemporaneamente senza mai chiedere l’aiuto o il supporto di qualcuno, perché “con il tempo che ci impiego a spiegarti come fare, faccio prima a farlo io”.

Ma si analizza mai la qualità del lavoro fatto?

o meglio dei mille lavori…..Mi capita spesso (troppo spesso) di leggere dei blog (anche di professionisti) con degli errori di scrittura madornali, segno che gli articoli sono stati scritti di fretta, senza dedicare tempo né ad un controllo delle regole grammaticali, né alla rilettura finale del post (ci sono altre 999 cose da fare!)

Questo comportamento del “fai da te” (controproducente per il professionista che, prima o poi si troverà al limite del proprio tempo e delle proprie possibilità) penso sia da attribuire anche ad un fondo di paura, preoccupazione di non saper gestire la delega, vivere la delega come “un’ennesima cosa a cui dover pensare”.

Come Assistente Virtuale, la delega è l’azione sulla quale si basa tutta la mia attività, il mio lavoro è fatto di incarichi che io svolgo per conto di altri e, in base alla mia esperienza (anche come dipendente), trovo che per gestire la delega servano solo un paio di “trucchi” semplicissimi:
1. Stabilire l’obiettivo finale di un’attività
2. Rispettare le capacità altrui: lavorare con metodi diversi non significa lavorare in modo sbagliato, l’importante è raggiungere l’obiettivo.

Tu cosa ne pensi? Ti ritieni capace di delegare?

Susanna

Susanna

Susanna

Assistente Virtuale at Active & Virtual
Dopo una pluriennale esperienza come Executive/Personal Assistant e un licenziamento ho deciso che era arrivato il momento dei grandi cambiamenti: sono diventata Assistente Virtuale, una professione che ho creato su misura per me.
Susanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top