WordPress a noi due!

Posted on

wordpressWordPress ovvero affrontare la creazione del proprio sito internet!

Parlando con altre colleghe che sono agli inizi di questa attività, ho notato che lo scoglio più impegnativo da superare è la creazione del proprio sito internet. E’ un ostacolo forse ancora più difficoltoso della ricerca di clienti (che già richiede un notevole sforzo…).
Se penso a quando ho iniziato, un anno e mezzo fa, mi rendo conto che io, invece, questa situazione non l’ho vissuta come un “problema”, ma solo come un qualcosa che andava fatto…come aprire la Partita Iva, insomma. Era da fare e basta.
Dato che in quel periodo vedevo ovunque la pubblicità di “1&1 Crea il tuo sito gratis“, ho pensato di iniziare da lì e ho quindi acquistato il dominio e il pacchetto My Website. Devo ammettere che mi sono divertita a crearlo: interfaccia molto semplice, personalizzabile con i propri loghi, colori e sfondi a scelta, ecc, nell’arco di una settimana avevo fatto tutto, dai testi al design.
Finché, un bel giorno, decido di iscrivermi al Primo Corso in Italiano per Assistenti Virtuali e lì vengo a conoscenza di WordPress. E che diavolo è?? Seguo le lezioni che riguardano questo sistema, chiedo ad amici e colleghi “smanettoni” cosa ne pensano e tutti a dirmi che è il software per eccellenza dei siti internet, di facile utilizzo, molto intuitivo e accessibile anche a chi non bazzica il “dietro le quinte” dei siti web: insomma, una passeggiata. Bugiardi tutti quanti!
Ho iniziato fiduciosa il trapasso del mio sito, ho disdetto il pacchetto MyWebsite e ne ho acquistato uno di Hosting con WordPress senza però lasciare  “1&1” perché, anche se costa un po’ più di altri, ha un servizio clienti eccezionale che parla italiano (cosa non da poco, per chi non conosce il linguaggio del web nemmeno in italiano, parlarlo in inglese è complicato) e non ha mai, e ripeto mai, dato problemi che abbiano portato all’oscuramento del sito, blocco del server, ecc.
Ho scaricato il software di WordPress sul mio PC…ed è iniziata la battaglia! E’ vero, il sistema poteva anche essere intuitivo, cioè io intuivo cosa significavano “Bacheca”, “Aspetto”, “Pagine”…ma ‘sto sistema intuiva che io non sapevo nulla di siti internet??

MySQL? Plugin? Widget? SEO? Meta description? Tag?

Io ho studiato lingue, ma questa proprio mi era incomprensibile, però io sono di coccio e se mi metto in testa una cosa, difficile che mi tiro indietro.
E’ così, giorno dopo giorno, con tanta pazienza, io e WordPress abbiamo iniziato a conoscerci e comunicare e, come un puzzle, un pezzo alla volta, sono nati il blog, la newsletter, i widget, la versione in inglese, ecc.
Devo dire grazie al sito SOS-Wordpress che mi ha aiutato tantissimo, vi ho trovato consigli sui plugin da installare, come utilizzarli al meglio, gli errori da evitare: insomma, una vera ancora di salvezza!
Il mio può non essere il sito perfetto, sto continuando a migliorarlo, ma l’ho fatto io e questa è una grande soddisfazione, considerando che sono partita ignorando totalmente cosa fosse il linguaggio 2.0!
Ecco perché, a chi mi dice che non sa da che parte iniziare, io rispondo immancabilmente di buttarsi, anche se non si conosce nulla dell’argomento: sono tutte informazioni che si acquisiscono sul campo, in corso d’opera, con pratica, impegno e buona volontà. E se ci sono riuscita io…

Hai mai utilizzato WordPress? Com’è stata la tua esperienza?

Susanna

Susanna

Assistente Virtuale at Active & Virtual
Dopo una pluriennale esperienza come Executive/Personal Assistant e un licenziamento ho deciso che era arrivato il momento dei grandi cambiamenti: sono diventata Assistente Virtuale, una professione che ho creato su misura per me.
Susanna

2 thoughts on “WordPress a noi due!

  1. Cara Susanna, sono assolutamente d’accordo. All’inizio sembra una battaglia, ma vale la pena perchè alla fine hai creato il TUO sito. Grandissima soddisfazione! E così capisci che con impegno puoi imparare tutto, ed è essere indipendente.

    1. Esatto Krisztina, e più le cose ti riescono e più acquisti sicurezza nel farne altre. Come hai detto tu, la soddisfazione è grande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top